Le interviste di Oltreconfine
Claudio Carli ¤ www.esonet.org

Esonet

di Giovanni Picozza

in Segnali dalla Rete (Oltreconfine - n° 2 - Dic. 2011)
€ 6.00 + spese sped.
Esonet.org nasce nel 1996 con l’avvento di internet, ma il Progetto Esonet è del 1986. Come è nato e come era strutturato inizialmente?
Nei primi anni ’80 internet non esisteva ancora e per un ragazzo curioso e pieno di grandi domande sulla vita e sul suo scopo, non era affatto facile trovare risposte e soprattutto persone con le quali poter condividere le istanze e il sentire di un’anima antica gettata in un mondo sempre più moderno, tecnologico e affascinante. Fu abbastanza naturale, quindi, unire le mie due passioni: quella per i computer e quella per l’esoterismo. Da questa strana fusione nacque il primo Bullettin Board System (BBS) d’Italia dedicato allo studio dell’esoterismo, delle religioni e della spiritualità. Ricordo ancora con nostalgia quel primo computer, connesso ventiquattr’ore al giorno a una linea telefonica dedicata, che riceveva telefonate da tutta Italia da parte di gente desiderosa di conoscere persone con le quali condividere i propri interessi semplicemente usando il modem e lasciando i propri messaggi in un’area dedicata. Durante la notte, poi, la BBS telefonava a tutte le altre BBS che nel frattempo si erano unite al progetto e inviava loro i messaggi che gli utenti avevano scritto durante il giorno, prelevando al tempo stesso quelli che erano stati scritti nelle altre BBS, cosicché il giorno dopo, quando l’utente si ricollegava, trovava, oltre ai suoi, anche quelli che appassionati di ogni parte d’Italia avevano scritto e poteva rispondervi. Col tempo la notizia si diffuse e ben presto Esonet divenne un vero e proprio network – da qui il nome Eso(teric) Net(work) – con decine e decine di BBS sparse su tutto il territorio nazionale e centinaia di utenti tra i quali si crearono diverse belle amicizie, molte delle quali durano ancora oggi. È stato in questo modo che ho conosciuto coloro che in seguito sono diventati dei preziosi collaboratori, nonché istruttori e maestri di vita. Mi hanno dato tanto, insegnandomi a costruire quella bussola interiore che è il più importante patrimonio di ogni serio ricercatore, poiché consente di navigare in sicurezza in un mare – quello dell’insegnamento esoterico – nel quale, soprattutto oggi, è facile perdersi.

Come è cambiato Esonet.org nei quindici anni della sua esistenza?
Posso dire che Esonet è cresciuto nel tempo insieme a me. Inizialmente era un contenitore che rifletteva le mie passioni nei più vari campi della conoscenza e allo stesso tempo l’inesperienza di un ragazzo che aveva tanto entusiasmo, ma ancora tanta strada da percorrere. C’erano infatti aree dedicate a ogni possibile branca del sapere occulto, dalla magia all’astrologia. Poi col tempo sono state effettuate molte potature, di pari passo all’affinarsi della mia comprensione e della mia capacità di discernimento, fino a diventare ciò che è oggi: un sito dedicato esclusivamente alle materie legate alla Tradizione Iniziatica, sia d’Oriente che d’Occidente. Questa selezione deriva da una ben precisa scelta di offrire ai nostri lettori esclusivamente materiale capace di stimolare quelle piccole illuminazioni, o prese di coscienza se così vogliamo chiamarle, che sono il motore primo dell’espansione di coscienza, sia dal punto di vista intellettuale che del sentire. Se è vero, infatti, che la crescita spirituale dell’essere umano passa necessariamente per il conosci te stesso di cui ci fa monito il frontone del tempio di Delfi, è allora importante comprendere in che modo sia possibile, oggi come ieri, perseguire questo tipo di conoscenza. Molti pensano si tratti di comprendere i processi mentali e psicologici che muovono il nostro comportamento, ma questo, benché importante, non è che una piccola parte dell’Opera. Conoscere se stessi significa in primo luogo comprendere che cosa siamo e qual è il nostro ruolo in questo piano di manifestazione. E il solo cercare di rispondere a questa domanda apre le porte a un vero e proprio universo di conoscenza e a una quantità incredibile di cose capaci di provocarci dei veri e propri sussulti di comprensione, quelle che io chiamo, appunto, piccole illuminazioni, ognuna delle quali ci lascia con il fiato sospeso quando ne realizziamo la verità e ognuna delle quali contribuisce ad allargare quel massonico compasso che poi altro non è che la nostra capacità di comprensione. Nel proseguire questo cammino di conoscenza la nostra visione del mondo e della vita si allarga sempre più e, proprio come se stessimo salendo su un’alta montagna, allo stesso modo si amplia il nostro orizzonte mentale, la nostra capacità di disidentificarci da ciò con cui ci siamo sempre identificati – il nostro corpo – per riscoprirci parte essenziale di un tutto infinitamente più grande del quale il mondo fisico non è che l’aspetto più basso e limitato. Per raggiungere questo tipo di esperienza e di comprensione c’è bisogno di un nutrimento diverso da quello proposto da tante Vie che non fanno altro che rinsaldare sempre più il nostro aderire agli aspetti inferiori e più bassi dell’esistenza, quali possono essere le cosiddette Vie della Mano Sinistra, o talune forme di occultismo e di magia, o la medianità, così come anche tante espressioni della moderna New Age. Ciò che realmente serve è essenzialmente ciò che da sempre svolge egregiamente il compito di elevare l’uomo verso il divino e verso la conoscenza di se stessi e che io ravviso in tutte quelle dottrine capaci di stimolare la vera comprensione della realtà e la saggezza, siano esse legate alla Tradizione Orientale (come il Vedanta o gli aspetti esoterici delle religioni orientali) o alla Tradizione Occidentale (come la filosofia antica di Platone ad esempio, o la tradizione ebraica e quella cristiana, o anche i simbolismi espressi dalle tradizioni minori, quale la massoneria). Andando a fondo di queste discipline si scopre che tutte hanno una base sostanzialmente comune e le loro radici affondano in quella che potremmo definire una Tradizione Primordiale. È questa Tradizione che ci proponiamo di esplorare e comprendere sempre più a fondo.

Sei soddisfatto della risposta degli utenti e della loro partecipazione?
Sì, sono molto soddisfatto; non tanto per i numeri – anche se oltre 50.000 visite uniche al mese potrebbero senz’altro essere motivo d’orgoglio per un sito così di nicchia e specializzato quale è Esonet.org – quanto piuttosto per la continua constatazione di quanto siano cresciute le persone che ho conosciuto ai tempi della prima BBS. Quelle stesse persone che all’epoca erano mosse più dalla curiosità che da un effettivo piano di lavoro, oggi le ritrovo colme di saggezza, con le idee chiare e gli ideali saldi e con un vasto bagaglio di conoscenze di ottimo livello. E oltre questo ci sono alcune cose che nel corso degli anni mi hanno dato la forza e la determinazione necessarie per portare avanti un progetto che ha visto anche momenti molto difficili, nei quali lo sconforto avrebbe avuto certamente la meglio se non avessi avuto il ricordo di alcune testimonianze, piccole di numero ma grandi d’importanza, come quella di un lettore che mi scrisse di essere riuscito a uscire dalla droga grazie a ciò che aveva letto sul sito e ai discorsi che facevamo, tramite i quali il suo modo di vedere la vita e l’esistenza era radicalmente cambiato. A quel ragazzo e a tanti altri come lui devo veramente tanto.

(continua)

Seguici su Facebook Seguici su Youtube Seguici su Twitter Seguici su Anobii
iscriviti alla newsletter
Iscriviti tramite Facebook
oppure

Acconsento al trattamento dei miei dati personali (decreto legislativo 196 del 30/Giugno/2003)